Ancona ancora una volta ha fatto da cornice all'inizio delle attività agonistiche del Taekwondo nazionale. Nell'arena del pala Rossini si sono presentati alcuni tra i migliori atleti del territorio e tra loro hanno certamente spiccato gli atleti del Tiger Team di Fabriano. I ragazzi del Tiger Team sono chiamati quest'anno ad un salto di qualità, dopo quattro anni di preparazione alcuni tra loro hanno debuttato tra le cinture nere e dove cominciare meglio questo percorso se non tra le casalinghe mura di Ancona. Il maestro Alifano ha portato sui tatami: Alifano Naomi, Spreca Andrea e Tommaso, Mercuelli Salari Giacomo e Goffredi Andrea e Alifano Nicholas. Alifano Nicholas tornato a gareggiare dopo l'infortunio dello scorso anno ha conquistato la finale al termine di due combattimenti di cui uno vinto per ko tecnico, la finale dopo un inizio difficile stava per essere conquistata grazie ad un bel calcio al viso dell'avversario che accusava il colpo e ne veniva scosso visibilmente. Quando oramai sembrava fatta il nostro veniva colpito con una tecnica proibita e era costretto dal medico di gara a fermarsi, scelta che però premiava il suo avversario con l'oro. A seguire è sceso in gara Goffredi, al suo debutto fra le cinture rosse. L'atleta fabrianese si è aggiudicato il primo incontro per superiorità tecnica ma la sua corsa si è fermata sul terzo gradino del podio. La semifinale lo ha visto contrapposto ad un atleta molto alto ma grazie ad una diligente gestione di gara Goffredi è riuscito a tenersi in vantaggio fino a pochi secondi dal termine, quando la stanchezza lo ha portato a commettere l'unico errore di tre round e ha dovuto cedere la vittoria al suo avversario. La prima giornata di incontri si è conclusa con un argento e un bronzo, risultato molto buono, in attesa della domenica, giorno del grande debutto tra le cinture nere del resto della squadra. La prima a rompere il ghiaccio è stata Naomi Alifano, che pur combattendo con la solita grinta ferma la sua corsa alla medaglia di bronzo subendo anche questa volta un errore arbitrale sul finale di gara ma come sempre senza risparmiare energie o tentativi. Tommaso Spreca vince i suoi due primi incontri con tenacia e tecnica, arrivando cosi fino alla semifinale dove deve arrendersi alla maggior preparazione ed esperienza del suo avversario, da poco rientrato dal campionato europeo dove si era aggiudicato il bronzo. Tra l'altro l'atleta fabrianese era l'unica cintura rossa sul podio. Giacomo Mercurelli Salari ha dovuto superare lo scoglio di debuttare tra le cinture nere proprio contro un atleta da cui era stato sconfitto in passato, ma seguendo le indicazioni del suo coach è riuscito a vincere nel finale una gara tesa e molto bilanciata approdando cosi in finale dove però le energie nervose spese hanno impedito che il nostro desse il massimo. Ottimo il debutto anche di Andrea Spreca che viene fermato solo dall'altro finalista della categoria sua e del fratello. Cosa resta di questa esperienza secondo il maestro Alifano? Sicuramente la consapevolezza di aver atleti di primissima scelta e il piacere di condividere un percorso agonistico e umano con un gruppo in continua crescita.


copyright reserved Tiger Team 2020©

  • mail:tigerteam@dominio.it
  • 3771256476
  • tigerteam fabriano